TNGClient

2014-01-07 09.25.15 2014-01-07 09.25.30Mi serviva un progetto come “scusa” per iniziare a sviluppare sotto Android (ambiente mai approcciato prima) e il collega rompiscatole che mi ha sfidato sul discorso PortaleTNG me ne ha fornita una perfetta.

Mentre lui ha riempito la giornata di “Adesso lo faccio, vedrai!” io quatto quatto mi sono scaricato Eclipse, l’ADK, ho installato il tutto, e in poco meno di 8 ore ho scritto TNGClient (e il relativo web service) :)

Il suo uso è evidente dalle due schermate, l’applicazione è molto pratica da usare senza praticamente dover configurare nulla se non le credenziali del proprio account aziendale. Come primo progetto assoluto per Android, devo dire che non è uscito niente male.

ZProject.NET

zprojectclientfullUn completo sistema di Instant Messaging IP-based con server centrale e/o connessione diretta, completo di gruppi, history, allarmi, messaggi multi-destinatario e broadcast, ed un sistema di chat multicanale IRC-like: un capolavoro, insomma. Soprattutto se si pensa che la primissima versione risale ad un’epoca in cui ICQ ancora non era nemmeno un pensiero lontano e anche netmeeting doveva ancora essere concepito)

Il nome Zproject.NET ha una storia travagliata: era originariamente “Project1” (Il nome del progetto di default in Visual Basic… non ho mai avuto fantasia con i nomi e all’epoca non mi prendevo nemmeno la briga di scegliere un pianeta dalle carte stellari di Starfleet)

Ma anni fa, nell’epoca di Windows 3.1 e Visual Basic 4.0, c’erano problemi con l’ordine di caricamento di alcune DLL. Per farla breve, Project1 doveva essere l’ultimo programma caricato dal sistema all’avvio. Il modo più semplice per farlo in automatico, è stato quello di dargli un nome che iniziasse per Z … quindi … “ZProject1” (what else? :) )

Nel 1999 l’applicazione è stata completamente riscritta, e ho trasformato l’ “1” in “2000” perchè ho messo in produzione quella versione il primo gennaio 2000.

Un ulteriore major release del software nel 2004, ed ecco il nome ZProject 2004(niente da invidiare alle numerazioni che la Microsoft appioppa ai vari windows)

A causa dell’end of life di parecchie delle librerie utilizzate, ho fatto un porting del client in dotnet, e quindi l’ultimo e attuale nome è diventato, guarda un po’, ZProject.NET.

(Questo per dire che se mi chiedete un software, preoccupatevi prima di trovargli un nome ;) )

Avatar

maintconsoleAvatar è un sistema distribuito ridondante per la pubblicazione di informazioni. Un modo simpatico per indicare un sistema che pilota un gran numero di monitor informativi in giro per i palazzi, controllandone i palinsesti centralmente, controllandone lo stato, pilotando correttamente accensione e spegnimento di proiettori, eccetera.

E no, Cameron e il suo film non c’entrano nulla, anche perchè sono arrivati 4 anni dopo la nascita del “mio” Avatar.

Il nome è un tributo al capitano Avatar, dell’astronave Yamato (Argo, nel doppiaggio italiano) del mitico anime degli anni ’70 Star Blazers.

Avatar ha una sua paginetta di dettaglio, che si trova qua.

JEEneoN

jeeneon on windowsJEEneoN è un client dedicato per neoNecronomicon, il primo MUD italiano.

Prima Necronomicon girava in Videotel, poi è stato chiuso per anni ed è “rinato” grazie all’ADSL.

JEEneoN era originariamente chiamato CLIneoN ed era scritto in Visual Basic (purtroppo era iljeeneon on mac linguaggio che ero costretto ad usare al lavoro, ed quindi era l’unico metodo per poter “rubare” un po’ di tempo e scrivere parte del client in ufficio ;-) ).

In seguito l’ho portato in Java (e rinominato) perchè molti utenti di neoN usano Mac OS X oppure Linux. Il client, ovviamente, gira sotto tutti e tre i sistemi operativi.

Ulteriori informazioni su JEEneoN

Filiali_TT

filiali_ttUna specie di “bestione” che mostra, in forma leggibile ed integrata, l’enorme quantità di dati scaricati dai datasets VTAM e CICS della banca Sanpaolo.

La chiave di ricerca è il contrassegno della filiale: il programma scartabella tra le tabelle dei terminali, degli XID, dei nomi CICS e VTAM, delle Physical e Logical Units, dei routers, della rete geografica e delle anagrafiche, e mostra un report con i dettagli della filiale prescelta, con le relative connessioni logiche e fisiche.

Avevo scritto Filiali originariamente in Borland C parecchi anni fa, confiliali_tt2 un’interfaccia HLLAPI con un emulatore 3270 per ricavare i dati da host. Da allora, l’ho riscritto molte volte in Visual Basic (mi hanno obbligato a fare il porting perchè nel mio ufficio nessuno conosceva il C) prima con i dati scaricati dall’host con un batch notturno e memorizzati su files sequenziali, poi su database (sigh!) Access, poi ho scritto una versione client-server per risolvere il problema dell’accesso concorrente, e finalmente circa nel 2000 l’ho portato in ASP, con archivi Oracle, e ho aggiunto l’estensione “TT”: Two Thousand ;)

BTW: La predilezione per gli schemi di colori inguardabili e/o emetici ce l’ho dalla nascita, e se in questo nuovo sito tutto è più discreto ed elegante, è solo perchè qualcun altro ha avuto pietà di me e mi ha fatto un grossissimo favore :)