LightPlayer

2014-01-08 20.27.14Un sequencer luci a 16 canali con trigger audio fatto per una installazione fatta da Marc Vincent Kalinka presso la Pinacoteca Brera.

Il sequencer è composto da due parti. La prima è il firmware per il CANXTRA. Il CANXTRA è (era) una scheda di sviluppo della GHI Electronics, basata sull’Embedded Master Module. L’Embedded Master Module è una scheda integrata che implementa il DotNet Micro Framework (NETMF) di Microsoft e permette quindi di eseguire direttamente compilati .NET. Il vantaggio di schede del genere è quello di avere una gestione di periferiche ad alto livello estremamente semplificata (USB host, USB client, SDHC con file system, TCP/IP, display TFT e OLED con grafica) controbilanciata però da una velocità di esecuzione non molto elevata, problema che nel caso in questione non era rilevante, permettendo comunque una sincronizzazione temporale delle sequenze precisa al centesimo di secondo.

La seconda parte è l’elettronica di contorno, composta da una sezione di alimentazione per alimentare il CANXTRA, da due banchi da 8 canali a TRIAC per pilotare le lampade, e da un buffer necessario per il trigger audio.

Approfittando delle caratteristiche del NETMF, la configurazione avviene tramite un banalissimo documento di testo in cui ci sono i timecode e le operazioni da fare sui canali. Basta salvare il file su una pendrive USB, infilarla nella porta del CANXTRA, attendere che il sistema riconosca la chiave e legga il file,  togliere la chiavetta, e il gioco è fatto.

Speak Your Mind

*